Gdpr: soft law e regole nel regime transitorio, la…

Un’analisi approfondita e uno schema riassuntivo c…

E' uscito "Diritto della blockchain, Intelligenza …

Diritto della Blockchain, Intelligenza Artificiale…

La Pec per inviare fatture elettroniche: ecco perc…

L’uso della PEC consente in maniera più sicura e t…

Il decalogo sulla PEC pubblicato su Corriere.it

E' stato pubblicato su Corriere.it il decalogo sul…

Smart Contract ed obbligazioni contrattuali: forma…

E' stato pubblicato su blockchain4innovation.it un…

Nuovo schema di decreto Gdpr, che cambia: soggetti…

Un analisi dello schema di adeguamento del Codice …

Valutazione di impatto GDPR (DPIA), impariamo dagl…

Il Garante privacy belga ha pubblicato gli elenchi…

3 maggio 2018: seminario gratuito in Camera di Com…

Il 3 maggio 2018 dalle 14:00 alle 18:00 si svolger…

«
»

Cad, ecco il nuovo ruolo di Spid (anche con blockchain)

Con il nuovo Cad appena andato in Gazzetta Ufficiale, in conseguenza delle novità sul documento informatico, l’identificazione del firmatario non è più unicamente affidata alla presenza di un certificato elettronico o all’associazione ex ante di una firma elettronica avanzata al firmatario stesso. Si attribuisce all’AgID un potere generale di stabilire i requisiti affinché un processo di identificazione informatica possa dar luogo alla creazione di firme elettroniche con valore pari a quelle già oggi conosciuto nel nostro ordinamento.

Sul tema sono state pubblicate alcune mie considerazioni, fatte con il collega Niccolò Travia, su agendadigitale.eu.

Qui in testo dell’articolo “Cad, ecco il nuovo ruolo di Spid (anche con blockchain)”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: