GDPR, cos’è il “legittimo interesse” e come si app…

Il nuovo regolamento privacy GDPR cambia qualcosa …

Documento informatico, come cambia con il nuovo CA…

Per la prima volta, con il testo appena andato in …

Cad, ecco il nuovo ruolo di Spid (anche con blockc…

Con il nuovo Cad appena andato in Gazzetta Ufficia…

Bitcoin, tutti i nodi da sciogliere nel 2018

La scalabilità e i fork in gioco. Il bisogno di re…

ICO Initial Coin Offering: una ricostruzione giuri…

Le ICO vanno di moda oppure sono destinate ad esse…

Cibersicurezza su vasta scala, come la Ue riorgani…

La nuova politica per la cibersicurezza dell'Union…

Blockchain e Pubblica Amministrazione

Su agendadigitale.eu è stato pubblicato il mio art…

Blockchain, i tre approcci per governarla

Anche su Agendadigitale.eu è stato ripreso l'artic…

«
»

Dispositivi per firme e sigilli eIDAS

La Commissione Europea il 25 aprile 2016 ha adottato la decisione di esecuzione n. 2016/650 con cui ha identificato le norme tecniche applicabili ai dispositivi sicuri per firme elettroniche qualificate e sigilli elettronici qualificati in base al Regolamento eIDAS.

Qui trovate il testo dell’atto.

Ricordando che il Regolamento eIDAS entrerà in vigore il prossimo 1 luglio 2016, e che molte previsioni prevedono l’emanazione di atti di esecuzione della Commissione Europea con indicazione delle norme tecniche da osservare per i vari servizi fiduciari, si può immaginare che da qui all’entrata in vigore vi saranno ulteriori provvedimento del tipo di quello adottato.