GDPR, cos’è il “legittimo interesse” e come si app…

Il nuovo regolamento privacy GDPR cambia qualcosa …

Documento informatico, come cambia con il nuovo CA…

Per la prima volta, con il testo appena andato in …

Cad, ecco il nuovo ruolo di Spid (anche con blockc…

Con il nuovo Cad appena andato in Gazzetta Ufficia…

Bitcoin, tutti i nodi da sciogliere nel 2018

La scalabilità e i fork in gioco. Il bisogno di re…

ICO Initial Coin Offering: una ricostruzione giuri…

Le ICO vanno di moda oppure sono destinate ad esse…

Cibersicurezza su vasta scala, come la Ue riorgani…

La nuova politica per la cibersicurezza dell'Union…

Blockchain e Pubblica Amministrazione

Su agendadigitale.eu è stato pubblicato il mio art…

Blockchain, i tre approcci per governarla

Anche su Agendadigitale.eu è stato ripreso l'artic…

«
»

Firma digitale, come cambierà in Italia dopo eIDAS

Su ForumPA è stato pubblicato un mio articolo sugli impatti di eIDAS nel mondo della firma digitale.

In particolare, si affronta il tema della convalida delle firme elettroniche per fare il punto della situazione attuale in merito a tecnologie e formati, ed esaminare quali potranno essere gli sviluppi futuri sulla base delle previsioni del Regolamento (UE) n. 910/2014 che disciplina i servizi fiduciari di convalida “semplice” e convalida qualificata di firme elettroniche qualificate.

Eidas, infatti, prevede che il certificato qualificato debba essere “valido al momento della firma”. I servizi di convalida riconosciuti dall’ordinamento italiano non forniscono tale tipologia di verifica, quindi l’Italia dovrà adeguare la normativa prevedendo che il momento di generazione della firma venga attestato all’interno del documento informatico.

Questo il link:

http://www.forumpa.it/pa-digitale/documenti-firma-digitale-ecco-come-cambiera-in-italia-dopo-eidas

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: