Gdpr: soft law e regole nel regime transitorio, la…

Un’analisi approfondita e uno schema riassuntivo c…

E' uscito "Diritto della blockchain, Intelligenza …

Diritto della Blockchain, Intelligenza Artificiale…

La Pec per inviare fatture elettroniche: ecco perc…

L’uso della PEC consente in maniera più sicura e t…

Il decalogo sulla PEC pubblicato su Corriere.it

E' stato pubblicato su Corriere.it il decalogo sul…

Smart Contract ed obbligazioni contrattuali: forma…

E' stato pubblicato su blockchain4innovation.it un…

Nuovo schema di decreto Gdpr, che cambia: soggetti…

Un analisi dello schema di adeguamento del Codice …

Valutazione di impatto GDPR (DPIA), impariamo dagl…

Il Garante privacy belga ha pubblicato gli elenchi…

3 maggio 2018: seminario gratuito in Camera di Com…

Il 3 maggio 2018 dalle 14:00 alle 18:00 si svolger…

«
»

Startup: niente più notaio

E’ di oggi la notizia (reperibile qui) circa la firma dal parte del ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, del decreto che introduce la possibilità di costituire una startup innovativa mediante un modello standard tipizzato con firma digitale, ferma restando la possibilità di costituire la società per atto pubblico.

Ora si attende il successivo decreto direttoriale con cui verrà approvato il modello informatico e la modulistica per la trasmissione e iscrizione al Registro delle imprese, direttamente compilabile online.

Gli atti potranno essere redatti direttamente dai soci della startup oppure avvalendosi dell’Ufficio del Registro delle imprese che autenticherà le sottoscrizioni e procederà in tempo reale all’iscrizione, permettendo la nascita della società contestualmente all’apposizione dell’ultima firma.

Almeno per le Startup, quindi, la procedura di costituzione della società si semplifica notevolmente, eliminando i costi oggi previsti per la redazione dell’atto pubblico e consentendo l’immediata costituzione della società.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: